Neonfuck

il polo simile

Archlinux su EeePC (parte 2)

ATTENZIONE: la presente guida propone un’installazione di Arch Linux su EeePC 701. Per poter continuare l’installazione avrete bisogno di collegare alla vostra rete o al vostro router il portatile ASUS tramite cavo ethernet.

Inseriamo la chiavetta USB, accendiamo l’EeePC e premiamo ESC in modo tale da scegliere l’USB stick come device sul quale fare boot al posto del SSD (solid state disk, l’hardiskino interno da 4Gb del portatile Asus). Ovviamente siate consci del fatto che Xandros, il sistema operativo installato di default sull EeePC 701 verrà sostituito in toto. Quindi se avete dei dati importanti salvateli prima di procedere con l’installazione di Arch.

Loggatevi come root e prima di procedere al setup, sistemiamoci per bene la tastiera e i font della console con il comando

km

scegliendo la mappatura della tastiera italiana (quella con i tasti accentati èàò e via dicendo)

Siamo pronti adesso per eseguire

/arch/setup

Vi verrà chiesto da quale sorgente eseguire l’installazione, scegliete CD/ROM or OTHER SOURCES poichè la fonte è la chiavetta USB.
Ora avete di fronte il MAIN MENU, dove sarà possibile configurare l’intero sistema. Procediamo alla configurazione della scheda di rete “eth0” (DHCP per reti con IP dinamici o IP, Subnet Mask, Gateway, DNS server per reti con IP fissi).
Poi al partizionamento del disco, prestando cura nel
– non creare alcuna partizione di SWAP
– usare il filesystem ext3 (per il motivo di questa scelta, mi permetto di assentire in toto con quanto detto da saten in materia di usabilità, sicurezza, dischi SSD, ecc.)
Passiamo all’installazione dei pacchetti. Scegliete un server geograficamente vicino come il mi.mirror.garr.it e non dimenticate di installare, tra gli altri, il pacchetto atl2 fondamentale per il funzionamento della scheda ethernet dell’EeePC. Una volta installati i pacchetti possiamo procedere all’installazione di Arch, non dimeticando di installare il GRUB e di settare una password di root.

Installare il Kernel-Eee (toofishes) – a sistema base installato, una volta connessi come root scarichiamo e installiamo il kernel dedicato di toofishes, per ottimizzare al meglio le caratteristiche dell’hardware senza troppi sbattimenti.

aggiungiamo il repository necessario in /etc/pacman.conf aggiungendo

[eee]
Server = http://code.toofishes.net/packages/eee

dopodichè riaggiorniamo il sistema con

pacman -Suy

e installiamo il kernel con

pacman -S eee

ecco fatto, ora non ci resta che modificare il menu.lst di GRUB in modo da aggiungere la voce relativa al kernel appena installato. bisogna modificare il file /boot/grub/menu.lst in questo modo:

title Arch Linux Eee
root (hd0,0)
kernel /boot/vmlinuzeee root=/dev/sda1 ro quiet

in modo da avere oltre al kernel stock (da non rimuovere) e l’immagine di fallback, anche la voce relativa al kernel di toofishes.

E’ consigliabile installare un pacchetto per l’ACPI, io ho scelto quello di ighea, che potete trovare qui http://kapsi.fi/ighea/eee/acpi-eee/ e installare con

pacman -U http://www.ihku.biz/eee/acpi-eee/acpi-eee-10.0-1-i686.pkg.tar.gz

ricordandovi di installare anche le dipendenze richieste (ma sarà pacman stesso a ricordarvelo!) e aggiungere il demone “eee” nella sezione DAEMONS del file /etc/rc.conf

Solo dopo aver installato il kernel modifichiamo il file /etc/fstab: qui dobbiamo aggiungere l’opzione “noatime” alla partizione ext3, come nell’esempio qui sotto, questo per velocizzare l’accesso ai dati ed eliminare il check del filesystem:

#
# /etc/fstab: static file system information
#
#
none /dev/pts devpts defaults 0 0
none /dev/shm tmpfs defaults 0 0
UUID=c5089e32-6021-4564-b74b-af0e4cb54178 / ext3 noatime 0 0

per i curiosi che volessero approfondire e capire meglio il funzionamento di fstab, potete iniziare a dare una lettura al wiki.

Un’ultima modifica al file /etc/rc.conf per  blacklistare il modulo “ath5k” nella sezione MODULES= apponendo davanti il nome del modulo un accento “!” e il sistema è pronto. Riavviate avendo cura di scegliere il boot con il kernel ottimizzato et voilà, ecco il vostro sistema Arch bell’e pronto.

[continua]

Archiviato in:archlinux, linux, ,

One Response

  1. […] siamo, la chiavetta è pronta. Non ci resta che installare Archlinux su EeePC [continua] Nessun Commento finora Lascia un commento RSS feed dei commenti a questo articolo. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ray Tweet

Errore: assicurati che l'account Twitter sia pubblico.

Latest News

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: